Consiglio acquisto macchine fotografiche reflex » CubeTech

Consiglio acquisto macchine fotografiche reflex


Macchine fotografiche reflex

Visuale Monte Cimone Toscana/Emilia Romagna
Visuale Monte Cimone

Per chi ha la passione della fotografia l’acquisto di una reflex o il passaggio da una compatta ad una reflex è una delle parti più delicate da affrontare. Questo perché spesso non abbiamo le dovute conoscenze per capire su che tipo di reflex dobbiamo orientarci, sul perché scegliere una Canon piuttosto che una Nikon e via discorrendo. Oggi in particolare l’utente si trova da una parte la possibilità di potere scegliere tra migliaia di macchine in commercio dall’altra, la sfortuna di non capire le differenze tra i modelli di reflex presenti sul mercato.

Premessa

Oggi cercheremo meglio di capire come effettuare la scelta giusta anche se ci tengo a dire che di seguito troverete una prima infarinatura e delle prime conoscenze su ciò che dobbiamo sapere per effettuare un acquisto e che soprattutto, tutte queste singole conoscenze dovranno essere approfondite per capire ancora meglio di cosa stiamo parlando. Cercherò di essere sintetico ma anche chiaro e in seguito, con successive pubblicazioni, anche più dettagliato andando ad analizzare ancora meglio gli aspetti più importanti.

In rete ci sono molti blog, forum, articoli che spiegano tutte queste cose. La guida qui di seguito non vuole essere una sostituzione di articoli molto più dettagliati ma, vuole essere un aiuto rapido per cominciare a capire di cosa abbiamo bisogno. Infatti questa guida nasce anche dalla mia personale esperienza nell’aver notato come spesso ci siano tantissime informazioni ma nello stesso tempo confuse e difficili da seguire.

Ci tengo a dire che saranno sempre bene accetti consigli e critiche a patto che siano costruttive e che possano permettere di migliorare questa guida in modo che possa essere per tutti un punto di riferimento.

L’abito non fa il monaco

Partiamo col dire che anche con un corpo macchina da mille e passa euro non riusciremmo mai ad utilizzare la macchina a pieno delle sue funzioni senza una buona dose di teoria. Per quanto possa sembrare complicata in prima battuta, sarà una fase fondamentale che dovrà essere superata e acquisita. Non possiamo pensare di premere semplicemente il pulsante di scatto e pensare poi di aver ottenuto una foto stupenda solamente perché abbiamo una reflex. Questo è un concetto molto importante e che spinge molti neofiti a possedere una reflex pensando poi di scattare in automatico ed ottenere foto perfette.

Anzi meglio mettere un bel puntino sulle i specificando ancora meglio che da qui in avanti la parola automatico dovrà essere bandita dal vostro vocabolario. La fotografia è studio di tanti fattori. Disporre la reflex in automatico significherebbe avere una ferrari che va 30 allora. Anzi è molto probabile che quando andrete a visionare le vostre foto sul pc, queste risulteranno molto al di sotto delle vostre aspettative. E su questa scia entrano subito in gioco due concetti chiave, RAW e JPEG. Probabilmente molti di voi hanno sentito parlare di RAW ma non hanno ben chiara la differenza tra i due tipi di formato. In questa prima parte mi soffermerò ad analizzare altri aspetti delle reflex che vi consentiranno di capire quale tipo di reflex acquistare per poi lasciare ad altri capitoli successivi, la spiegazione approfondita dei numerosi altri concetti che andremo a scoprire man mano, tra cui RAW e JPEG.

E’ importante inoltre capire che quando si parla di reflex si parla di corpo macchina, e che ad esse vanno aggiunti i loro fedeli compagni…. gli obbiettivi. Sono questi a fare la vera differenza tra le foto, in quanto sono fatti di materiali diversi ed ogni obbiettivo ha la sua peculiare caratterista. Caratteristica che nel tempo andrete a ricercare per poter ottenere il massimo dal soggetto che state riprendendo.

Tra le cose che accomunano un corpo macchina dobbiamo porre particolare attenzione ad alcuni particolari.

Schermo

Il primo di questo è lo schermo. Soprattutto quando si è alle prime armi avere uno schermo grande ci consente di vedere al meglio il risultato finale del nostro scatto e questo è fondamentale per capire cosa abbiamo fatto. In particolare, se si ha la possibilità di avere uno schermo rotante ci sarà molto utile in particolari situazioni soprattutto quando non abbiamo a portata di mano un treppiede. Provate infatti a immaginare di dover fare una foto con la macchina fotografica messa a livello del terreno senza però che appoggiate la macchina a terra. Una posizione alquanto scomoda. Con uno schermo mobile potreste semplicemente inginocchiarvi o trovare una posizione comoda riuscendo a scattare tranquillamente la foto senza avere particolari problemi anche di tremolio della mano.

Lo schermo però offre quelle che sono per il fotografo, informazioni essenziali, quali istogramma, dati di scatto, impostazioni, accesso al menù, e a volte anche una livella. Determinate reflex inoltre, sono anche adatte ad essere utilizzate non soltanto come fotocamera ma anche come videocamera, grazie all’evoluzione delle cpu e di autofocus sempre più veloci.

Esempi di macchine con lo schermo mobile sono la Canon EOS 70D , oppure in fatto di digitali la Canon PowerShot A630.

Reflex - Settaggi Canon EOS 70D
Settaggi Canon EOS 70D

Settaggi reflex Canon EOS 70D

Scheda SD

Questo è un altro elemento fondamentale da tenere bene sott’occhio. Le schede sd sono essenziali in quanto vengono memorizzati i nostri scatti. Dato che le reflex hanno un formato di file ben diverso dalle classiche digitali è bene fare una scelta appropriata sul tipo di scheda da prendere. Le reflex infatti supportano formati e capacità diverse. Non tutte le schede sd di grossa dimensione sono supportate allo stesso modo.

Maggiore è la capacità maggiore sarà il numero di scatti che potremo fare senza preoccuparci di scaricare le immagini ogni volta dopo una uscita, ed in particolare potremo scattare sempre immagini al massimo della risoluzione. Basta pensare che una normale foto scattata ad alta risoluzione e in formato RAW può superare senza problemi i 20 MB.

Come sempre però bisogna tenere in mente, un altro fattore fondamentale che spesso viene sopravvalutato o ignorato. Velocità di scrittura e lettura. In commercio infatti esistono svariati modelli di schede di memoria. Se notiamo però a parità di GB i prezzi possono anche raddoppiare o triplicare. Questo perché le schede sono progettate con tecnologie diverse per dare la massima efficienza e quando scattiamo con le reflex, magari con risoluzione massima e con scatti continui, sicuramente una scheda ad alte prestazioni ci regalerà non poche soddisfazioni.

Immaginate di riprendere qualcosa in movimento e di avere una reflex che scatta in RAW fino a 7 fotogrammi al secondo. Se i tempi di scrittura saranno lenti sicuramente questa caratteristica non potrà mai essere sfruttata a dovere perché il tempo tra lo scatto e la memorizzazione nella sd sarà troppo elevato e di conseguenza troppo lento. Così come anche la registrazione in HD dei filmati. Per non parlare della semplice lettura dei dati da pc o nella visualizzazione delle stesse nella reflex. Piccoli dettagli che fanno la differenza. Parleremo anche in questo caso dettagliatamente ma per cominciare a darvi qualche input le schede migliori devono avere delle sigle che ne identificano le caratteristiche:

  • Classe di appartenenza
  • Velocità garantita (UI Speed Class), selezione in rosso
  • Capacità di scrittura (UHS), selezione in verde
Scheda SD per macchine digitali reflex ad alte prestazioni
Scheda SD per macchine digitali reflex ad alte prestazioni

Scheda SD ad alte prestazioni

Batteria: Da non sottovalutare. Se non vogliamo sprecare scatti e soprattutto perdere dei bei momenti da immortalare è sempre meglio portarsi almeno un’altra batteria carica nelle nostre escursioni.

Ne esistono anche in questo caso di diversi modelli e tipi. Ovviamente bisogna sempre leggere sul libretto di istruzioni quella che è compatibile con la nostra reflex. In genere c’è una bella differenza di prezzo tra le batterie originali e quelle non-originali. Il mio primo consiglio è quello di avere una batteria non originale in quanto ci consente di avere ugualmente buone prestazioni e durata. Una differenza sostanziale da dire subito, è che in genere quelle originali possono essere ricaricate anche senza far scaricare la batteria totalmente, mentre per le non originali è sempre consigliato farle scaricare completamente prima della ricarica.

Budget

Decisamente la cosa su cui più ci si pone il problema. Il costo della reflex non è una sciocchezza. C’è ne sono di diverse fasce. Ovviamente tutto dipende da quello che cerchiamo. Ogni corpo macchina ha le sue caratteristiche. Io consiglio sempre di non acquistare una reflex professionale se sappiamo già di non avere particolari esigenze. Ma neanche una reflex troppa “scarsa”, in quanto se decidiamo di comprare la reflex vuol dire che un minimo la fotografia ci piace e magari spendiamo  400 euro per poi pentirci perché ci accorgiamo di non avere quello che cerchiamo. Spesso meglio spendere qualcosa in più ed avere un corpo macchina che soddisfi  tutte le nostre esigenze. Ovvio che dovremo fare la nostra valutazione e decidere a cosa rinunciare come caratteristiche, per magari puntare a ciò che utilizzeremo veramente. Anche in questo caso se siamo dei neofiti della fotografia possiamo tranquillamente puntare a comprare una buona digitale che ci permetta di  “smanettare” con tutte le funzioni in manuale così da fare pratica e capire con il tempo di cosa abbiamo bisogno.

Va ricordato infatti che per quanto possiamo avere una macchina fotografica eccezionale quello che conta davvero è il modo di fotografare. Se infatti non riusciremo a realizzare uno scatto che sappia trasmettere delle emozioni e che catturi il giusto momento, non ci servirà a niente possedere una reflex da mille o due mila euro perché anche con la migliore macchina al mondo faremo ugualmente uno scatto senza senso e avremmo buttato via solo soldi. Quali sono quindi le caratteristiche da valutare??

Anche qui l’argomento è vasto per cominciare a darvi una prima infarinatura dovete capire cosa vi piace fotografare in particolare: Panorami? Street? Ritratti? Macro? Notturne? Eventi sportivi? La scelta di cosa fotografare andrà ad incidere sul prezzo della vostra fotocamera ed in più sulla scelta degli obiettivi da utilizzare.

Risoluzione:

Tasto a dir poco dolente… spesso mi è capitato girando o parlando con i neofiti del campo che è fondamentale scegliere quanti più pixel possibile. In realtà non è del tutto vero.. Il pixel in se non fa in modo di avere la foto perfetta.. ci consente di avere una foto con maggiori dettagli, ma avere 50 megapixel e avere 10 megapixel per un amatoriale non è fondamentale… ci fa solo spendere più soldi per avere lo stesso risultato.

Infatti di norma per un amatoriale avere 6 megapixel è già più che sufficiente per scattare le foto. Ci consentono di stampare le nostre foto in grandi formati tipo 30 x 40 cm.

Se vogliamo andare su sicuro 10 – 12 megapixel andranno benissimo.

Sensori Full-Frame vs APS-C

In questo caso il discorso diventa un bel po’ complesso e va trattato meglio in dettaglio in un altro momento.. Diciamo che, per capire sul momento la differenza, meglio orientarsi per gli amatoriali sull’ APS-C  che sicuramente ci fa spendere meno senza incidere sulla qualità dello scatto. Per intenderci senza entrare troppo nei dettagli, questo tipo di sensori non utilizzano tutta la visuale a disposizione ma è come se la fotografia fosse, per così dire, ritagliata lasciando esclusa una parte di ciò che stiamo osservando con la macchina. Questo ritaglio viene successivamente recuperato attraverso un moltiplicatore, questo processo varia da marca a marca ed ha i suoi pro e i suoi contro. Oltre questo bisogna tenere ben in mente che nelle macchine digitali, sia esse compatte o reflex, il processore è il cuore di tutto il sistema. Maggiore sarà la sua grandezza maggiore sarà la sua capacità di percepire la luce. Questo tipo di processori sono stati progettati per aver un buon rapporto qualità prezzo riuscendo ad abbassare notevolmente i prezzi delle reflex.

Macchine digitali reflex processori apc-s/full frame
Modella Nira Kurt – EOS 70D , 18-55 – Canzonieri Massimiliano

Dimensione

Un fattore che subito ci salterà all’occhio quando prenderemo la reflex in mano. Una reflex pesante e grande si impugna meglio e si rileva ben bilanciata con i teleobiettivi. Dall’altra parte però portarsi dietro una reflex di grosse dimensioni non è da sottovalutare, oltre che per il peso è anche difficile da sistemare in valigia. A parità di condizioni, per chi usa la reflex sporadicamente decisamente meglio una leggera e compatta. In questo caso consiglio sempre un giro dal fotografo per provare la macchina che abbiamo scelto così da capire se l’ergonomicità ci piace e la troviamo comoda. La disposizione dei pulsanti è fondamentale e nel tempo fanno la differenza perché più sono pratici più riusciremo ad usarli senza dover controllare in continuazione il loro posizionamento e perdere tempo prezioso.

Stabilizzatore:

Incorporato nel corpo macchina oppure nelle ottiche(obiettivi,teleobiettivi,grandangoli)? Meglio se incorporato nel corpo macchina, così tutti gli obiettivi che utilizzeremo saranno stabilizzati. Anche qui però dipende tutto dal tipo di fotografia che faremo. Fondamentalmente il suo scopo è quello di evitare le piccole vibrazioni che abbiamo al momento dello scatto. Per quanto può essere evoluto, lo stabilizzatore avrà sempre un limite dato dalle condizioni in cui scatteremo come ad esempio tempi di scatto lunghi o di scarsa luminosità. Non potrà mai annullare del tutto le vibrazioni e dovremo di conseguenza utilizzare altre tecniche per aggirare il problema come l’utilizzo del treppiede.

Zoom standard o professionali

Spesso quando compriamo la nostra reflex ci viene dato nel kit già uno zoom standard leggero e compatto, normalmente il 18-55…Anche in questo caso bisogna aprire un capitolo a parte per spiegare al meglio le caratteristiche dei vari zoom o meglio degli obiettivi. Il 18-55, per avere subito una idea di cosa stiamo parlando, corrisponde il linea di massima alla visuale del nostro occhio. E’ come se stessimo osservando con i nostri occhi quindi avremo una visuale di circa 180 gradi.

Il costo è molto basso e il più delle volte sono utilissimi per la maggior parte delle situazioni e per la nostra esperienza. Se avete però qualche particolare esigenza meglio puntare su prodotti professionali  già da subito. Basta risparmiare qualcosa nello scegliere la macchina ed eliminando lo zoom che si trova nel kit. Questa scelta ci ripagherà in seguito.

Bisogna tener presente che, nel caso degli obiettivi, lo zoom varia di molto il prezzo degli stessi in quanto solitamente uno stesso obiettivo con zoom avrà un costo inferiore rispetto ad un obiettivo fisso (lunghezza focale). Avere uno zoom o meno ci  costringerà o meno ad avvicinarci al soggetto e questo influenzerà il modo di fotografare. A volte sarà necessario avere uno zoom altre volte non ne avremo la necessità. Anche in questo caso analizzeremo in un nuovo capitolo questa tipo di scelta. Se vogliamo andare sul sicuri come prima scelta, il 18-55 standard che viene accoppiato alla vendita del corpo macchina sarà, come già detto, sufficiente a sperimentare nella maggior parte dei casi.

Internet o negozio

Su internet si trovano ottime offerte e sicuramente risparmiamo parecchio, ma un giro in negozio è obbligatorio. Questo per le ragioni che abbiamo elencato prima. Tenere in mano la reflex magari riuscire a scattare qualche scatto di prova è fondamentale per capire se è quello che cerchiamo.

Conclusioni

Insomma la scelta come sempre è dettata da tanti fattori e non da una singola scelta. Sono sicuro che ad esempio non avreste mai pensato all’impugnatura perché con le digitali siete abituati a fare le foto in qualsiasi posizione, ma se volete imparare a fotografare anche questo è un aspetto da tenere sotto occhio.

l’importante è come sempre provare e non mollare mai. Non arrendetevi di fronte alle prime difficoltà, come tutte le cose la fotografia richiede tempo e pratica.

Un saluto da Massimiliano e buono scatto a tutti

Metti un like sulla nostra pagina facebook, ma soprattutto commenta i nostri articoli per dirci la tua , per ricevere suggerimenti o per proporre un argomento di cui parlare.




Un commento su “Consiglio acquisto macchine fotografiche reflex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*